<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.rsspump.com/?web_widget/rss_ticker/news_widget" title="News Widget">News Widget</a></div>
Seguici su Twitter
Seguici su Facebook
Abbonati ai nostri Feed
Vivere Portopalo – Libero Blog per Liberi Cittadini » News & Politica » COLPO DI SCENA – MIRARCHI AZZERA LA GIUNTA COMUNALE,

COLPO DI SCENA – MIRARCHI AZZERA LA GIUNTA COMUNALE,

da vivereportopalo su lunedì, gennaio 30th, 2017

 

Portopalo – Il sindaco Mirarchi,  per porre fine  alle continue dispute dentro la  maggioranza che lo sostengono, con  proprio decreto  firmato il 26-01-2017, ancora non pubblicato all’albo pretorio comunale on-line, ma portato a conoscenza degli amici a mezzo sms, ha mandato a casa tutti i componenti della  la giunta comunale.

E’ apparso chiaro a tutti, che è in atto da troppi mesi una infruttuosa riflessione all’interno della maggioranza che rischia di interrompere il percorso amministrativo prima della scadenza naturale.

Alcuni politici locali hanno commentato questo provvedimento di  azzeramento della giunta, come la naturale conseguenza di due anni e mezzo di litigi, alcune volte  esasperate, tra sindaco e  consiglieri, ultima, in ordine di tempo con la fedele Litrico.

Il comportamento di alcuni consiglieri, ago della bilancia, per mettere in minoranza Mirarchi è da tempo nell’aria, come anche il progressivo e crescente mutamento dei rapporti di forza all’interno della maggioranza.

 La battaglia di opposizione da parte di altri consiglieri di maggioranza comincia a dare i primi frutti. Parlo di Chiavaro e Burgaretta, che nella seduta consiliare del 14.09.2016, hanno votano “NO” all’approvazione del bilancio di previsione 2016, rischiando lo scioglimento del Consiglio. Hanno voluto, forse, ricordare che, in futuro, i loro voti potranno essere ancora determinanti per altri importanti provvedimenti.

Per  l’approvazione del bilancio interviene il Commissario ad Acta, Girolamo Gangi,  nominato il 16-06-2016 dall’Assessore delle Autonomie Locali e della F. P., con decreto n. 108. Questa nomina è scaturita a causa della mancata approvazione del bilancio di previsione entro la data del 30 aprile 2016 da parte del Consiglio comunale.

Comunque, il Commissario con nota del 7 novembre2016 dispone la convocazione del Consiglio comunale in data 14-11-2016, seduta in cui hanno votato “SI” i due consiglieri ribelli,  Chiavaro e Burgaretta e così  il bilancio di previsione 2016 è stato finalmente approvato.

Quando in un paese si elegge un nuovo sindaco e quando nel corso del mandato vengono sostituiti componenti della giunta,  i cittadini vorrebbero che  la nuova giunta sia più attenta alle problematiche del paese e   vedere  un vero e significativo  cambiamento di amministrare la cosa pubblica.

Una vera svolta si può realizzare solo se si fa piazza pulita del coacervo di interessi particolari e affaristici che si annidano in ogni  sistema di potere politico comunale, che nell’ombra  si sono accresciuti.

Il vero cambiamento si ha quando si agisce per la legalità e la trasparenza in tutti i campi, in tutti settori con coerenza e con coraggio: - Se si supera la privatizzazione dei servizi comunali assolutamente sbagliata e inadeguata, e si ritorni alla gestione pubblica più efficiente e meno costosa.  – Se si rompe realmente con le logiche del passato. –  Se si dà priorità ai bisogni dei cittadini e alle attività produttive colpiti dalla crisi. - Se  si difende  il patrimonio pubblico. Se, pensando ai giovani, si realizzino progetti che effettivamente servono al nostro paese, attingendo ai fondi regionali ed europei.

Era prevedibile ciò che sta succedendo, adesso, alla lista civica “Progetto Comune-Ora”, battezzata da alcuni padrini della politica regionale che riuscirono a mettere insieme cittadini di diversa estrazione politica (destra, centro, sinistra), costituitosi  in gruppi autonomi(Gennuso, Mirarchi, Scala, Chiaramida) e che nel 2014 vinse le elezioni comunali. Ecco la conseguenza: l’implosione.

Per capire in che cosa consisterà questo cambio, bisognerà attendere qualche giorno ancora. Diversi cittadini si chiedono se la giunta sarà formata da nuovi assessori. Se ci saranno modifiche nella rappresentanza dei quattro gruppi esistenti in consiglio, considerato che si è costituito l’altro gruppo  Burgaretta-Chiavaro.  

Per concludere,  Mirarchi ha ritenuto azzerare la Giunta per accelerare il processo di confronto con la  maggioranza al fine di evitare il rischio di rimanere solo  e della temuta mozione di sfiducia.  

Vorrei attenzionare alla nuova Giunta: – lo sviluppo del Territorio, aggiornando il P.R.G. ormai obsoleto; -  la Pesca; - la fruizione della Fortezza sull’Isola di Capo Passero e del Parco Archeologico di C/da Cicogna; –  la Raccolta Differenziata.

Portopalo lì 29-01-2016

                                             Santino Quartarone

 

Condividi su Facebook
Condivi su Twitter

Lascia un commento