CONSORZIO “SIRACUSA TURISMO” E ASSOCIAZIONI INCONTRANO MARIA RITA SGARLATA, ASSESSORE REGIONALE AI BB.CC.

da admin su domenica, 21 Aprile, 2013

Ieri, sabato 20 aprile  alle ore 10,00, si è tenuto a Siracusa presso l’Hotel Mercure un convegno organizzato dal  Consorzio Siracusa Turismo con le Associazioni di Categoria e gli operatori del comparto Turistico.

Siracusa Turismo è una società consortile costituita dalla Camera di Commercio di Siracusa, che ne detiene la partecipazione maggioritaria, e dalle associazioni di categoria,  non persegue finalità di lucro,  ha come scopo la promozione e lo sviluppo del settore turistico, e la valorizzazione del territorio della provincia di Siracusa.

Il Consorzio è ideatore, insieme alle strutture ricettive della provincia di Siracusa, di importanti  progetti di destagionalizzazione turistica denominati “Siracusa d’Inverno” e “Vieni a Siracusa e parti con il pieno”, nati dall’esigenza degli operatori per incentivare gli arrivi, cominciando dai viaggiatori siciliani, considerato che nel periodo di bassa stagione  i flussi turistici   diminuiscono notevolmente,  non trascurando, però, la promozione delle bellezze del territorio. Queste iniziative hanno avuto il sostegno della Camera di Commercio di Siracusa.

Hanno aperto i lavori il Presidente del Consorzio  il dr. Sebastiano Bongiovanni, il Vice presidente della Camera di Commercio di Siracusa dr. Pippo Gianninoto ed il dr. Maurizio Garofalo dell’Assindustria siracusana

Gli Operatori del Settore turistico e le  Associazioni di Categoria presenti, tra i quali anche l’Associazione delle Attività ricettive “Portopalo Paese Turistico”,  hanno avuto il piacere di incontrare l’Assessore Regionale ai BB.CC. Maria Rita Sgarlata con la quale si è avuto  un confronto operativo.

All’iniziativa era stata invitata anche l’Assessore Regionale al Turismo, Michela Stancheris, che per precedenti impegni non ha potuto essere presente, ma ha dato la disponibilità per un successivo appuntamento.

Questi alcuni temi oggetto dell’incontro:

• Usufruibilità, orari di apertura e decoro del parco archeologico e dei musei;

• Segnaletica attinente i Beni Monumentali;

• possibilità di prenotazione e acquisto biglietti On Line per ingresso musei;

• Iniziative di collaborazione con l’Assessorato Regionale al Turismo;

• Stato dell’arte del progetto degli app per gli smartphone per le visite ai beni culturali (progetto IBM – Comune di Siracusa – Sovr. BB. CC.)

• Attività di promozione dell’assessorato turismo;

• Problemi dei trasporti (AST);

• Sblocco e velocizzazione investimenti privati nel turismo e nella portualità turistica;

• Pulizie delle spiagge.

Si è discusso  anche di altri  importanti  argomenti che hanno riguardato tematiche di competenza della Regione Siciliana, legate all’Assessorato ai BB.CC., all’Assessorato al Turismo e  all’Assessorato Territorio ed Ambiente. Tre assessorati che secondo alcuni intervenuti devono camminare di pari passo per risolvere le  problematiche che investono le zone  del territorio siciliano soggette a tutela dal Piano Paesistico.

A questo appuntamento  ha partecipato anche la neonata  Associazione delle Attività ricettive “Portopalo Paese Turistico”,   il cui presidente  ha manifestato al Dr. Bongiovanni, l’interesse a far parte del Consorzio, e  chiesto all’Assessore Sgarlata un suo mirato intervento affinché si possono portare alla fruibilità dei turisti  i Beni Culturali, archeologici  e Monumentali, attualmente in stato di completo abbandono. Con distinta gentilezza la Dott.ssa Sgarata si è resa disponibile per un futuro incontro  per discutere di queste problematiche.

Portopalo, come manifestato da alcuni operatori turistici, si trova  all’ultimo posto per servizi, verde pubblico, raccolta differenziata,  incapacità a rendere fruibili i beni monumentali e archeologici, tutti aspetti della vita normale che ognuno può vedere con i propri occhi, e sono anche ben giustificate le lamentele non solo della gente comune, ma anche delle persone che attratte dalle bellezze paesaggistiche del nostro paese,  hanno deciso di comprare casa a Portopalo per godersi i fini settimana e i mesi della stagione estiva, per l’incuria in cui versano le varie zone del nostro territorio.

Non passa giorno in cui i giornali non omettano di rilanciare il grido d’allarme di Lega Ambiente, di amanti di questo paese, di semplici cittadini sullo stato di assoluto degrado del territorio e dei siti archeologici, invasi da vegetazione selvaggia e da sporcizia causate dalla mancata manutenzione ordinaria.

Però, Portopalo  è uno dei pochi  comuni della Sicilia,  l’unico della provincia di Siracusa  ad aver istituito l’Imposta di Soggiorno da fare pagare a coloro che soggiornano nelle strutture ricettive, non ricevendo in cambio alcun corrispondente servizio. Balzello creato nonostante la contrarietà dei piccoli operatori turistici e l’illegittimità di questa tassa che deve essere riscossa dai medesimi per poi riversarla nelle casse comunali, senza che si conosca la specifica destinazione  delle somme raccolte.  Questi  incassi devono essere messi in un capitolo che può essere impegnato solamente per migliorare  la realizzazione di servizi dedicati al turista. Attualmente quale servizi usufruisce il turista per pagare l’imposta di soggiorno?

Esercenti attività commerciali e ricettive, cominciano ad essere più che all’armati per le negative previsioni della prossima stagione, mentre il cittadino comune non può che continuare ad essere esterrefatto dai continui rimpalli di responsabilità  di chi ci governa, i quali oggi come ieri, continuano ad esternare rassicurazioni stereotipate e previsioni ottimistiche di dubbia probabilità .

Portopalo 21/04/2013

Santino Quartarone

Condividi su Facebook
Condivi su Twitter

Lascia un commento


Warning: gzinflate(): data error in /web/htdocs/www.vivereportopalo.it/home/vivereportopalo/wp-content/themes/bluesport/bluesport/footer.php on line 1